Voglia di braciole

Le braciole di maiale si ottengono dal carré, al centro della lombata.

Si tratta di un taglio versatile, molto utilizzato in cucina e gradito a tutti.

Una carne bianca magra molto gustosa che è alla base di molte ricette della tradizione o innovative. Con qualsiasi metodo di cottura quello che conta è cuocerle bene perché la carne risulti perfettamente cotta ma nello stesso mantenga morbidezza e non asciughi troppo.

Tipica la cottura alla brace ma in realtà le braciole sono squisite in padella, al forno, nel sugo. La versione più saporita, profumata e classica è quella con aglio, olio e rosmarino: una preparazione semplice e veloce ma molto apprezzata.

In realtà i provetti ai fornelli, complici i preziosi consigli dei maghi della gastronomia, riservano alle braciole piatti ancora più sfiziosi. Nella giusta stagione ad esempio, sono eccellenti spadellate con funghi e pancetta. Speciale anche l’abbinamento con cipolle rosse stufate oppure in agrodolce con carote e agrumi.

Altra modalità piuttosto noto per gustare le braciole è “alla pizzaiola” ovvero con pomodoro e fontina.

Avete provato a massaggiarle generosamente con sale e pepe, passarle poi nella farina e infine cucinarle in umido a fuoco lento con pomodoro e maggiorana?

E, ancora, c’è chi in padella le impreziosisce con scalogno, olive e capperi!

Buonissime, naturalmente, anche al forno con le patate.

Insomma un secondo veloce, nutriente, facile da combinare con tanti ingredienti!

Gianluca