La modernità della tradizione

Azienda Agricola Valsesia > Blog > dalla campagna > La modernità della tradizione

Parliamo molto di genuinità e di qualità. Parliamo di passione e artigianalità. Parliamo di terra e memoria.

Lo facciamo perché la nostra è una storia di famiglia, di azienda, di territorio. Lo facciamo perché crediamo nella bontà e nello sviluppo sostenibile.

Siamo produttori di salumi, di carni, di insaccati di puro suino. Non siamo una grande industria della trasformazione e non vogliamo diventarlo. Ci piace questa dimensione, la dimensione dell’autenticità e del gusto. Ci piace garantire prodotti fatti con le nostre mani da animali che hanno mangiato quello che abbiamo raccolto dai nostri campi.

Un circolo virtuoso. Quello che le mani del salumificio lavorano è prezioso. È fatto di carni scelte e pregiate, cresciute con noi. Quello che papà Giovanni e i collaboratori del salumificio fanno tutti i giorni è il frutto di anni di conoscenza e di impegno. Quella conoscenza e quell’impegno che li hanno resi abili.

Scegliere la manualità non significa rifiutare la modernità.

Tante scoperte e tanta tecnologia si rivelano utili e preziosi. Non le disdegniamo affatto. Ci piace però selezionare. Capire cosa è bene innovare e cosa è bene conservare.

Ci sono operazioni e processi che non possono essere affidati alle macchine. Ci sono competenze e possibilità che solo le mani hanno. Il risultato si sente, si sente al palato. Non vogliamo gusti alterati, ecco. È un principio al quale non trasgrediamo mai. Non lo abbiamo fatto per tre generazioni e ogni giorno rinnoviamo l’impegno a dare al mercato ciò che riteniamo eccellente.

Questo significa tutelare anche la cultura, il costume e i sapori dei nostri luoghi. A noi piace presentare i nostri prodotti come “made in Sillavengo” ma ci piace anche ricordare il patrimonio dell’Italia tutta e mantenere un’Azienda che ha a cuore l’italianità come marchio di bontà.

Oggi ci accorgiamo sempre più che la tradizione è moderna! Sì, è moderna perché ha difeso quei valori che ora riscopriamo importanti per l’ambiente, per la salute, per la sostenibilità del sistema economico.

Gianluca