Guanciale stagionato

Azienda Agricola Valsesia > Blog > dalla campagna > Guanciale stagionato

Qualcuno non conosce la differenza tra pancetta e guanciale?

Innanzitutto sono due tagli di carne diversi. I loro nomi suggeriscono e spiegano: la pancetta si ricava dalla pancia del maiale mentre il guanciale dalla guancia.

La pancetta, ottenuta appunto dal tessuto adiposo sottocutaneo della pancia del maiale, in genere viene salata e messa a stagionare insaporita con diverse spezie (che variano a seconda della regione e degli usi).

Il guanciale invece si ottiene dalla guancia di un maiale di almeno 9 mesi. È un prodotto molto saporito, anche perché nel corso della lavorazione viene condito esternamente con sale e pepe (e in alcune zone con aglio, salvia e rosmarino).

Il periodo di stagionatura è di almeno tre mesi.

Pancetta e guanciale hanno un diverso apporto calorico e nutritivo, una consistenza, un’apparenza e un loro sapore ben definito!

L’argomento è molto importante e appassiona molto gli esperti di cucina. I cuochi insegnano che bisogna dare estremo valore alla scelta degli ingredienti!

Se è dunque vero che la pancetta è più utilizzata e preferita per la sua maggiore reperibilità, è altrettanto vero che alcune ricette -come la pasta alla carbonara o all’amatriciana- richiedono il gusto molto intenso del guanciale.

La garanzia Azienda Agricola Valsesia, anche per il guanciale, prima della lavorazione e della stagionatura, è naturalmente il suino italiano allevato da noi con i prodotti della nostra terra!

Gianluca